Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 gennaio 2014 6 11 /01 /gennaio /2014 11:51

Domanda legittima e ricorrente, le risposte su internet però spesso vengono pilotate dai vari produttori che controllano o si inseriscono nei forum e in alcuni blog fingendosi spesso dei comuni utenti. Io cercherò di dare una risposta coerente, onesta e semplice soffermandomi sull’efficacia di riscaldamento in rapporto ai costi di acquisto ed esercizio senza entrare in argomenti tortuosi relativi alla salute.

Vantaggi stufe Pellet rispetto a quelle a Bioetanolo:

Potenza disponibile molto elevata.

Possibilità di essere canalizzate.

Basso costo di esercizio.

Nessun consumo di ossigeno dall’ambiente durante la combustione.

Vantaggi stufe Bioetanolo rispetto a quelle a Pellet:

Basso costo iniziale.

Manutenzione quasi inesistente.

Prodotti anche con estetica molto raffinata.

Installazione semplicissima.

Alcuni modelli sono anche trasportabili.

Non hanno bisogno di canna fumaria.

Normalmente le stufe e caminetti a bioetanolo  hanno una potenza bassa che può essere sufficiente per singoli ambienti ma non per scaldare più stanze. Inoltre il costo al litro dell’alcool etilico denaturato (bioetanolo) è  molto alto e quindi il costo di esercizio rende questi apparecchi sconsigliabili per uso frequente e per scaldare ambienti ampi. Considerando un costo al litro di bioetanolo di almeno 2,50 euro il costo per scaldarsi sarà di 0,25 €/kWh; utilizzando una stufa a pellet e ipotizzando un costo di 4,80 euro per un sacco da 15 kg, il costo per scaldarsi sarà di 0,06 €/kWh. Per valutare la convenienza di un sistema piuttosto dell’altro dovete avere in mano il preventivo delle due soluzioni e con pochi calcoli potete capire quale è la soluzione più conveniente per voi. Personalmente, se dovessi scaldare sporadicamente una singola stanza e volessi ottenere anche un effetto estetico allora potrei scegliere il caminetto a bioetanolo.

"In assenza di necessità estetiche un qualunque radiatore elettrico o stufetta mi può dare lo stesso risultato spendendo di meno per l’acquisto e spendendo uguale per il funzionamento senza neppure dover fare ulteriori prese di aerazione. "

Nel caso avessi necessità di un sistema di riscaldamento da utilizzare frequentemente di sicuro non acquisterei un sistema a bioetanolo perchè il costo di esercizio risulterebbe troppo alto.

 

Ciao a tutti.

 

Luca Angioi NEW SYSTEM srl Bibione Ve

Condividi post

Repost 0
Published by newsystem-online - in PELLET e BIOMASSE
scrivi un commento

commenti

Eugen 09/14/2017 12:02

Si vede che non conosci le Scienze! Come puoi dire che nel processo di ardere di QUALSIASI materia non brucia l'ossigeno del ambiente?!!! Ecco la reazione chimica dell'etanolo:
CH3-CH2-OH+3O2->2CO2+3H2O
Come puoi vedere bruciano TRE molecole di Ossigeno!

newsystem-online 09/14/2017 15:22

Buongiorno Eugen,
ti ringrazio per la formula che hai citato relativa alla combustione dell'etanolo e mi scuso se l'articolo che ho scritto è poco chiaro e ti invito a rileggerlo con calma ( magari in futuro vedrò di scriverlo meglio). Io non ho scritto che l'etanolo brucia senza consumare ossigeno, cosa che sarebbe falsa. La frase "Nessun consumo di ossigeno dall’ambiente durante la combustione" è inserita sotto i "vantaggi delle stufe a pellet rispetto a quelle ad etanolo". Ovviamente anche il pellet necessita di ossigeno per bruciare ma, dato che la combustione avviene in modo forzato e c'è l'obbligo della ripresa d'aria verso l'esterno, tanto ossigeno consuma la stufa e tanto ne entra in abitazione.

loris 12/10/2016 17:33

ho un camino con vetro nuovo mai usato vorrei metterci un inserto x il pellet ma non trovo inserto cosi poco profondo come posso fare

Francesco 11/30/2015 10:24

Buongiorno, gentilmente volevo sfruttare la sua competenza, ho una casa con mansarda di circa 35mq dove ho difficolta' a scaldarla rispettoal piano inferiore, esempio sesotto ho 21 gradi sopra me ne trovo 17 gradi! Volevo evitare una stufa a pellet per i costi di installazione, e inserire unastufa a bietanolo per intergrare diciamo con massimo dalle 2\4 ore il riscaldamento...secondo lei e' sufficiente ed e' un investimento sensato...oppure faccio bene a mettere una stufa a pellets?

newsystem-online 12/01/2015 15:48

Buongiorno,
per una semplice integrazione al riscaldamento da usare poche ore al giorno può essere sufficiente un caminetto a bio-etanolo o "meglio" un radiatore elettrico tipo i radiatori a convenzione Radialight Stylo o i più evoluti Klima. Volendo un sistema di riscaldamento meno oneroso da tenere acceso io consiglierei però un climatizzatore, magari un modello da installare a parete in basso per aumentare il comfort in riscaldamento. Le efficienze raggiunte dai moderni impianti di climatizzazione permettono un notevole risparmio sulla bolletta, la spesa inziale più alta è compensata dalla possibilità di usufruire della detrazione fiscale del 50% in 10 anni e inoltre lo può usare per migliorare anche il comfort in casa nel periodo estivo.

marco 11/20/2014 14:17

Cuao a tutti...io dovrei scaldare un garage che uso come officina di circa 40 m quadri...e dovendolo scaldare avrei optato per una stufa a bioetanolo visto che non ci sono costi di installazione...costa poco il bioetanolo e anche la stufa....dite che faccio bene

newsystem-online 11/21/2014 09:00

Ciao Marco,
per quante ore al giorno devi scaldare il garage? se fosse un uso saltuario potrebbe andare bene ma se ci lavori diverse ore al giorno lascia stare e valuta altre opzioni. Scaldare con il bioetanolo costa come scaldarsi con una stufetta elettrica ma quest'ultima la compri a meno, non fa odore quando funziona e non brucia l'ossigeno presente in ambiente.

Davide111 09/12/2014 13:32

Certo i caminetti al bioetanolo consumano un pochino...
Me se prendi il bioetanolo online risparmi un sacco. Considera che mediamente con circa un euro l'ora riscaldi una stanza.
Io solitamente faccio scorta dal sito www.alcofiamma.it/.

newsystem-online 09/12/2014 14:22

A parte il fatto che mi sembra un commento "un pochino interessato", conferma il fatto che il costo di gestione non è proprio economico e va bene per uso sporadico e per singole stanze. Un euro all'ora sembra poco ma moltiplicato per le ore e i giorni nei quali devo riscaldare la stanza può diventare nel tempo molto dispendioso.

Presentazione

  • : Blog di New System S.r.l.
  • Blog di New System S.r.l.
  • : Consigli per non prendere fregature, risparmio energetico, scelte etiche, uso intelligente delle risorse energetiche, riduzione degli sprechi, novità.
  • Contatti

Profilo

  • newsystem-online
  • Nato nel 1974, ho sempre vissuto a Bibione. Da oltre 20 anni lavoro nell'azienda di famiglia che si è evoluta nel tempo diventando un punto di riferimento per chi vuole impianti di qualità e soluzioni tecnologiche di alto livello. Hobby? Sci, Foto. Ho scritto un articolo per ProntoPro su come negli ultimi anni l'efficienza energetica sia nettamente migliorata grazie alla nuova tecnologia:  https://www.prontopro.it/blog/come-la-tecnologia-ha-migliorato-il-risparmio-energetico/
  • Nato nel 1974, ho sempre vissuto a Bibione. Da oltre 20 anni lavoro nell'azienda di famiglia che si è evoluta nel tempo diventando un punto di riferimento per chi vuole impianti di qualità e soluzioni tecnologiche di alto livello. Hobby? Sci, Foto. Ho scritto un articolo per ProntoPro su come negli ultimi anni l'efficienza energetica sia nettamente migliorata grazie alla nuova tecnologia: https://www.prontopro.it/blog/come-la-tecnologia-ha-migliorato-il-risparmio-energetico/

Cerca