Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
1 agosto 2013 4 01 /08 /agosto /2013 17:22

Oltre alle classiche caldaie a gas o gasolio, si stanno diffondendo le soluzioni a pellet perché permettono una notevole riduzione del costo del riscaldamento, rispetto al gasolio è facile ottenere risparmi del 50-60%.

I prodotti in commercio sono ormai molti e quasi tutti i produttori di stufe hanno in catalogo anche alcune stufe-idro e qualche caldaia. Per orientarsi è bene capire quali possono essere le differenze costruttive che possono incidere sul prezzo.

SISTEMI DI PULIZIA: Qualunque caldaia a pellet necessita  di pulizie frequenti. I modelli più economici e comunque gran parte dei modelli derivati dalle stufe idro, non hanno nessun sistema di pulizia automatico. Il braciere va pulito quindi pulito regolarmente ogni 2/3 giorni  e almeno una volta alla settimana sarebbe bene scuotere manualmente i turbolatori per tenere pulito il sistema evacuazioni fumi e mantenere efficiente lo scambio termico. In questo caso chi compra una caldaia a pellet deve tenere presente che gli dovrà dedicare un po’ del suo tempo libero.  Chi non ha tempo è bene che si orienti su prodotti più costosi che offrono SISTEMI AUTOMATICI DI PULIZIA del braciere e degli scambiatori lato fumo e quindi l’utente ha il solo obbligo di svuotare il cassetto delle ceneri.  I sistemi di pulizia del braciere non sono tutti efficaci allo stesso modo e alcuni sono anche particolarmente rumorosi, chiedete quindi al rivenditore garanzie sulla silenziosità del sistema.

 

RENDIMENTO DI COMBUSTIONE: Il rendimento delle caldaie a pellet, anche quelle concettualmente più semplici ed economiche,  sulla carta può spesso superare il 93-94%, questo dato però è puramente indicativo perché raggiunto solo in ben definite condizioni di funzionamento utilizzate durante le prove di certificazione. Da prove che ho svolto direttamente  sul campo, il rendimento medio stagionale (che non viene mai dichiarato) può faticare ad arrivare al 60%, questo perché difficilmente si raggiungono i rendimenti dichiarati (in particolare per i modelli economici) e soprattutto ogni spegnimento e accensione della caldaia (periodi che durano svariati minuti) comportano un notevole spreco di energia.

 

Il controllo della fiamma inoltre, sui modelli più economici è basato solo su parametri impostati in fabbrica (velocità del ventilatore e giri della clochea) e quindi, dato che le variabili sono molte, la combustione può non essere ottimale come dovrebbe. I modelli più costosi utilizzano una SONDA LAMBDA (da sola vale oltre 1.000 euro) che da garanzia di assoluta precisione della combustione in quanto il controllo avviene costantemente e l’elettronica modifica i parametri di combustione continuamente. Il vantaggio è un reale aumento dell’efficienza stagionale, un perfetto adattamento alle diverse qualità di pellet, meno polveri sottili nell’aria e un residuo di ceneri ridotto al minimo.

 

AUTONOMIA: Quasi tutte le caldaie hanno un serbatoio integrato per il pellet, controllate l’autonomia del prodotto che vi propongono in modo da sapere ogni  quanti giorni dovrete preoccuparvi della carica. Per aumentare l’autonomia cercate prodotti con serbatoi capienti, ce ne sono per tutti i gusti e di tutte le misure, l’unico limite è lo spazio che avete a disposizione.

 

RICORDATE CHE:

Qualunque caldaia a pellet, anche la più costosa, per funzionare bene deve essere installata correttamente. Oltre a realizzare un sistema di evacuazione dei fumi e un collegamento con l’impianto a regola d’arte, bisogna sempre inserire un accumulo inerziale per garantire alla caldaia di funzionare a lungo limitando al minimo le deleterie  accensioni e spegnimenti. L’accumulo termico, per garantire una adeguata inerzia, dovrebbe venire dimensionato in modo da avere almeno 25 litri per ogni kW installato, quindi anche la più piccola caldaia dovrebbe essere abbinata almeno ad un 300 litri.

 

By Luca Angioi   NEW SYSTEM srl  Bibione  www.newsystem-shop.it

 

Condividi post

Repost 0
Published by newsystem-online - in PELLET e BIOMASSE
scrivi un commento

commenti

massimo 10/20/2015 10:26

ciao, vorrei un Vostro suggerimento:
dovrei acquistare due condizionatori un trial piu' un dual mi hanno proposto due marche :
hitachi (sarei piu propenso all' acquisto) e Daikin
DUAL : mod. RAM 53 NP2B 19000BTU 1 rak 25rpb - 1 rak 35 rpb - 9000 + 12000
TRIAL: mod 53 np3b 19000 btu - 1 rak 25 rpb - 2 rak 18 rpb 7000 + 7000 + 9000
n.b. il mio appartamento e' gia prediposto l'istallatore deve solo montare i condizionatori)
PREZZO TOTALE 5.400 EURO

Daikin 3MXS52 E unita' esterna 3 attacchi multi inverter pot raff kw 5.20 pot risc kw 6.80 classe a++

ftxs20k n 3 unita' interna serie k da 7000 btu classe a++

2MXS40H unita esterna multi inverter pot raff 4.0 kw pot. risc 4.4 kw

ftxg35lw unita' interna split 12000 btu inverter 12000 btu classe en. a+++
unita interna serie k da 9000 btu silenziosita' 19db
prezzo finale 5.800 euro

Vorrei sapere se la scelta e' buona e se i prodotti sono ottimali come serie e se sono ultima generazione? e se il prezzo finale compreso il montaggio e' giusto?
grazie cordiali saluti
Massimo

Presentazione

  • : Blog di New System S.r.l.
  • Blog di New System S.r.l.
  • : Consigli per non prendere fregature, risparmio energetico, scelte etiche, uso intelligente delle risorse energetiche, riduzione degli sprechi, novità.
  • Contatti

Profilo

  • newsystem-online
  • Nato nel 1974, ho sempre vissuto a Bibione. Da oltre 20 anni lavoro nell'azienda di famiglia che si è evoluta nel tempo diventando un punto di riferimento per chi vuole impianti di qualità e soluzioni tecnologiche di alto livello. Hobby? Sci, Foto. Ho scritto un articolo per ProntoPro su come negli ultimi anni l'efficienza energetica sia nettamente migliorata grazie alla nuova tecnologia:  https://www.prontopro.it/blog/come-la-tecnologia-ha-migliorato-il-risparmio-energetico/
  • Nato nel 1974, ho sempre vissuto a Bibione. Da oltre 20 anni lavoro nell'azienda di famiglia che si è evoluta nel tempo diventando un punto di riferimento per chi vuole impianti di qualità e soluzioni tecnologiche di alto livello. Hobby? Sci, Foto. Ho scritto un articolo per ProntoPro su come negli ultimi anni l'efficienza energetica sia nettamente migliorata grazie alla nuova tecnologia: https://www.prontopro.it/blog/come-la-tecnologia-ha-migliorato-il-risparmio-energetico/

Cerca